Benvenuti nel mondo della carta piegata

Articoli con tag “csoa

THINK GREEN ecofestival 2011

Domani, Venerdì 17, dalle 17:00 ORIGAMANZA VARIA sarà al Think Green ecofestival, presso la   Città dell’Altra Economia con un banchetto, a insegnare, diffondere e stuzzicare la mente (e le mani) dei curiosi con un po’ di carta piegata. Come potete leggere qui, l’evento è sponsorizzato da un’infinità di enti e associazioni e…siete tutti benvenuti!

Annunci

Numeri da ripiegare

Ventiquattro articoli, quarantatré immagini e più di duemila visite in meno di tre mesi.

E con questo sto a posto con i conti.

Voglio ringraziare i tredici temerari che hanno lasciato la propria mail per ricevere una notifica ad ogni mio nuovo articolo (tra cui la mamma e il papà, ovviamente) ma anche tutti quelli che hanno partecipato al quel grande esperimento (o medio, che dir si voglia) che è stata CARTAVIVA, conclusosi oggi con l’ultimo appuntamento all’Ex51. Non disperate, insieme al colorito giallastro delle foglie, alle castagne, al Doctor Who e all’iOS 5 tornerà anche il laboratorio della carta piegata: ci si vede in Autunno!

A tutti quanti, soprattutto a chi non fosse interessato al laboratorio o non credesse più nell’esistenza delle stagioni, faccio presente invece che è stata aggiunta al blog una pagina dedicata interamente alla mostra “Viaggi su Carta”, terminata ormai da una decina di giorni. Enjoy it!


Ultimo appuntamento con CARTAVIVA

Giovedì 9 Giugno, come sempre dalle 15:30 alle 18:30, vi aspetto al centro sociale Ex 51 per l’ultimo colorato appuntamento con il mondo della carta piegata. L’incontro è aperto a tutti, a belli e brutti, a chi è venuto sempre, spesso, ogni tanto, mai.

La locandina dello scorso appuntamento. Qui l’evento su facebook.


1.000

Come dissi ieri sera ai grandi Oblivion al completo all’entrata dell’Ambra Jovinelli, un Senechiano “Salve!” a tutti.

Il blog ha superato le mille visite (totali)…avanti tutta!


Detto ciò, vi preannuncio in via ufficiosa che la mostra al Bistr Art si terrà dal 17 Maggio al 1 Giugno, e che il titolo di tale mostra (alla quale prenderò parte insieme a Fabiana De Sario e Olmo Amato) sarà “Viaggi su carta“. Stiamo lavorando sul volantino/presentazione, al più presto l’annuncio ufficiale…

Infine, faccio presente che è stata aggiornata la pagina dedicata alle installazioni e interventi, con la pur minima testimonianza dell’ultimissimo lavoro al csoa La Strada.

Con gli interessati ci si vede il 5. Buon Primo Maggio, buone fave (per i non allergici) e buon concerto.

[Lasciatemi dedicare un “buuu” al Vaticano che beatifica Wojtyla proprio il Primo di Maggio, con i pellegrini che invadono un centro già oltremodo “impegnato” e maxi-schermi al Circo Massimo, a due passi da San Giovanni…]


Quante pieghe ha il mondo?

Il mondo è piatto, freddo, vuoto e sciapo. Il mondo ci aspetta per essere plasmato, manipolato, riempito e piegato. Il nostro universo è fatto di carta, cartone e cartoncino, e noi, semplici oggetti di cartoleria, abbiamo il compito, il piacere/dovere di lasciare la nostra impronta su di esso secondo la nostra natura: le penne scriveranno, le matite disegneranno, le gomme cancelleranno, le forbici taglieranno, i compassi gireranno e righelli e squadre faranno rigare tutti dritto. Fra macchie d’inchiostro lasciate da vecchi calamai e colate di cera fredda, sarà rimasto un quadrato bianco, libero e intonso, da piegare in silenzio?

Gli eventi devono prendere un’altra piega.

Questo mi ha spinto, qualche mese fa sull’onda dell’Artexpòrt, ad iniziare a cercare realtà e luoghi disposti ad ospitare una qualche forma di “corso” sugli Origami. Pazienza, Manualità, Voglia di fare. È quella capacità di apprezzare le piccole cose, cartacee e non, a spingere e guidare dita, mani, polsi, gomiti e spalle (dipende dalle dimensioni del foglio) verso nuove forme e punti di vista. La mia è una generazione spesso disconnessa dalla realtà. Non ne faccio un discorso ideologico, di coscenza politica o civile (figurarsi, da che pulpito!) ma puramente tattile. La vita è un’esperienza dei sensi, un viaggio di percezioni non solo oculari, e in questa società ormai soggiogata dal potere dell’immagine, troppe volte diamo per scontate quelle che sono le nostre periferiche più pratiche, versatili, disponibili…a portata di mano.

Il mio piccolo progetto ha trovato un’ubicazione geografica (spero la prima di una lunga serie); con più fatica procede la ricerca, la caccia, la raccolta, (l’adescamento) di un pugno di persone interessate. L’appuntamento rimane lo stesso, all’Ex51, ormai al 5 di Maggio…

Per finire, vi segnalo la mia partecipazione con un’installazione ad una mostra/esposizione/mercatino/raccolta fondi per CORE sul tema del riciclo e riuso del rifiuto, domani sera presso il csoa La Strada.