Benvenuti nel mondo della carta piegata

Articoli con tag “manualità

Carta igienica zombi

[ATTENZIONE: questo post contiene materiale multimediale non adatto ai deboli di vista]

“Ciao! – Quanto tempo! – Eh, è vero. Ma senti, poi com’era andata a finire quella storia…”

Avete presente quando due amici di lunga data si rincontrano dopo tanto tempo e, passato il primo momento, riprendono discorsi e complotti come se si fossero salutati la sera prima? A me è capitato. Ho avuto la fortuna di riallacciare legami che credevo ormai lontani nel tempo e nello spazio e trovarmi davvero bene con persone che erano totalmente sparite, senza colpa, dalla mia vita.

Però può succedere anche il contrario: allontanarsi pian piano da Altri (amici, parenti, vicini, persone…) continuandosi a frequentare passivamente, mentre ci crogioliamo nell’effimera sensazione di partecipare alle loro vite che la finestra dei social network fornisce 24/7. Mi è capitato anche questo. La presa di coscienza è sempre il primo passo per la risoluzione del problema.

Se pensate che stavolta l’abbia presa davvero alla larga con la premessa dell’ennesimo annuncio di resurrezione del sito potreste essere nel giusto. MA non ho più annunci del genere da fare.

stART

Origamanza varia in tutto questo tempo ha continuato a vivere, come placida pensionata, al di fuori della Rete; adagiata sulle mensole, scrivanie, scaffali e mobili di casa Origamaro, la prole cartacea sta bene. Succede addirittura che ogni tanto esca a farsi un giro: ad esempio domani, dalle 17 alle 21.30, si farà una passeggiatina accademica partecipando all’evento stART organizzato da un gruppo di studenti del Dams di Roma Tre presso la sede della loro facoltà (via Ostiense 133). Un occasione per dar visibilità a tutti gli studenti che riescono ad alternare teoria cinematografica e pratica artistica.

Va bene, ma cosa c’azzecca il titolo? Se ve lo siete chiesto davvero vuol dire che non siete lettori di lunga data (magari siete arrivati su queste sponde proprio per la piccola installazione al Dams). Siete perdonati, anche se certe cose non si fanno. La verità, o almeno quella che serve a me in questo momento, è che ogni tanto chi vi scrive con la carta fa anche altro. Sì, è carta igienica ma no, non quello (cioè sì ovviamente anche quello quando serve ma non è rilevante ai fini del discorso). Bensì questo:

ZombiCarta igienica, colla vinilica e poco altro: in puro stile Art Attack nel corso degli anni ho sperimentato in ambito “Make-up Postumo”.

Ora che vi ho mostrato questo bel partito vi spiego anche il perché: quest’anno ho organizzato la serata di Halloween del Villaggio Cultura Pentatonic, Circolo Arci in zona Eur Laurentina, anche se sarebbe più corretto dire che un gruppo di zombi gestirà l’evento, trattenendosi dall’assaggiare quasi tutti gli ospiti. Vi consiglio di spendere un minuto e venti per vedervi questo video che è stato ritrovato in zona qualche giorno fa e poi, se la cosa vi stuzzica, cliccare QUI o sulla foto per maggiori info.

Visto che ormai ho abbondantemente superato la lunghezza media di un post, aggiungo con orgoglio che la componente musicale della serata sarà affidata alle Teste di Croma, un grande coro polifonico giovanile autogestito che metteva i brividi già quando erano tutti vivi, figuratevi quando li vedrete mezzi o tre quarti morti!

Spero di vedere qualcuno di voi il 31 e…buon divertimento, sempre.

Annunci

ricaric’arte

C'ARTE-IN-MANO2c


Scatole e lampade, alive, alive-oh!

Si avvicinano le Feste, quelle con la F maiuscola di Forchetta, e già si inizia a girovagare per il centro in cerca di pensieri e pensierini per amici, familiari e gente simpatica. Poi c’è anche chi fa regali perché “deve”, ma quelli a noi non interessano.

Anche quest’anno Origamanza varia ha fatto lavorare il suo (unico) elfo per potersi presentare all’appuntamento con i Mercatini di Natale più in forma che mai! Vi aspettiamo infatti il 15 Dicembre, dalle 17.30 alle 20, sempre nel bellissimo spazio della Bottega di Spiritree (piazza G. Vallauri 5, Garbatella), dove potrete guardare, toccare, annusare e comprare non solo la nostra carta ma anche tutti gli altri prodotti artistico-ludico-cibico-decorativi della Bottega.

Lampade-accese
(cliccate sulla foto per una piccola anteprima dei prodotti Origamanza varia che potrete trovare)

Vi aspettiamo, e buone pre-feste!


Racconti d’Irlanda

Ci cospargiamo il capo di coriandoli chiedendovi di perdonarci per l’assenza; a chi se ne fosse avuto a male spieghiamo che è stato per una buona causa. Senza annoiarvi con l’intera storia (che coinvolge anche il Dams di Roma Tre) diciamo che sono stato coinvolto nell’organizzazione di questa serata sull’Irlanda. Durante la quale chi scrive si occuperà anche delle proiezioni live. Per concludere sull’argomento non mi rimane che invitarvi a partecipare alla serata, promettendovi un’esperienza più che piacevole.

 

Tutto ciò non significa che siamo rimasti con le mani in mano (cartaceamente parlando). Sono molto fiero di annunciare che il primo gruppo del Workshop C’ARTE IN MANO ha superato tutto intero la sua terza lezione, dimostrando parecchio entusiasmo e curiosità. Complimenti a Giacomo, Lucia, Maria, Maria Pia, Paola e Patrizia, tutti pronti per il gran finale!

 

Rimanete aggiornati per sapere le date del prossimo workshop e…ci vediamo il 30.


Intelligenza manuale

Buon Halloween!

Con la ricorrenza di questa festa d’oltreoceano, che apprezzo soprattutto come “occasione extra” per stimolare la creatività maschereccia dei più timidi, ci ritroviamo su questa pagina a una settimana esatta dall’inizio del primo workshop C’ARTE IN MANO di Origamanza varia.

Il laboratorio ha come scopo principale quello di presentare ai partecipanti il mondo della carta piegata dall’interno e fornire gli strumenti essenziali per poter muovere i primi passi da soli. Solo carta, pieghe e buona compagnia. Essendo rimasto ancora qualche posto libero invito gli interessati ritardatari e i curiosi a inviare dubbi e domande al riguardo all’indirizzo di posta origamaro@gmail.com. Sarò felice di rispondervi.

Buon divertimento per stasera, quella dopo e quella dopo ancora. E per tutte quelle a seguire.


MetropoliTANA

Un nuovo Nuovo si aggira per la città. O forse è un vecchio Vecchio talmente antico da sembrare aria fresca.

Qualsiasi sia il caso, ci sono dei bravi e simpatici ragazzi, e ragazze, che hanno deciso di riappropriarsi di uno spazio urbano degradato per fare attività e socializzare il sabato sera. Così, in barba al lerciume predominante e agli effluvi all’aroma di città hanno già iniziato a pulire, sistemare e popolare con libri, musica, patatine e carne alla brace il ponte della vecchia fermata della Metro B Garbatella…

Ma perché vi racconto ciò? Ebbene, il suddetto ponte, comodo passaggio sulla ferrovia che casualmente mi trovo a passare almeno due volte al dì, era già stato scenario di un incredibile intervento urbano (lampo), il Bat-Segnale di Garbatella.

Merito forse della particolare atmosfera urbana che impregna (insieme a qualcos’altro) il luogo, oggi mi sono imbattuto in un’altra piccola Idea.

Sarebbe molto bello se quel piccolo, semplice quadretto potesse ispirare e generare molti suoi simili, e l’intera superficie (dove la vernice sembra aver perso la battaglia per una decorazione critica ma ordinata) venisse ricoperta da pensieri, colori e materiali vari. Tutto rigorosamente incorniciato e appeso a un chiodo.

VI ASPETTO MERCOLEDì ALLA PRESENTAZIONE DI C’ARTE IN MANO!

Messaggio diretto ed essenziale, come piace a noi.


Ci vediamo tutti il 24

Leggete, copiate, incollate, diffondete e venite!


Manualità 2.0

La tecnologia al servizio di tradizione e creatività.

L’idea di base che ha portato alla luce questo piccolo blog e che sta partorendo anche questo stesso post è che tecnologia e tradizione, web e manualità, vadano tutt’altro che in direzioni contrarie. Anzi, insieme possono fare grandi cose.

Ad esempio, non ho mai nascosto (anzi è stato in parte per me motivo di orgoglio) di aver appreso la maggior parte delle mie nozioni e di modelli origami sul web, più precisamente da due grandi cyber-insegnanti quali sono mr. Jo Nakashima e mr. Jeremy Shafer (tanto diversi come approccio e stile quanto simili nella cura e nella precisione dei video tutorial). YouTube, infatti, è forse uno degli strumenti figli del web che potrebbero (e in parte già hanno fatto) aiutare e cambiare l’umanità, permettendo per la prima volta lo scambio e la diffusione di un incredibile quantità di “conoscenza pratica”, “saggezza manuale” o come dir si voglia che va sotto il termine generico di Come fare (How to per gli anglofoni). Dalla giocoleria alla falegnameria, dalle porte alle torte, dal trucco al parrucco; sapendo cercare, ormai è possibile trovare ottimi tutorial su praticamente qualsiasi cosa, ed è tutto lì, a portata di click.

Un altro simpatico esempio potrebbe essere l’ormai noto video del venditore di Porta Portese che tra una battuta e l’altra illustra tutte le possibili applicazioni dei suoi incredibili prodotti. La genuinità e la simpatia delle trovate “pubblicitarie” hanno portato in pochi giorni il video dal mio canale youtube al sito di Repubblica, continuando a collezionare migliaia di visualizzazioni e centinaia di commenti.

Grazie a Skype invece, lo stesso principio di scambio di sapere pratico diventa più personale, in diretta e colloquiale, in barba alla distanza che può separare maestro e allievo. Sono molto fiero ed orgoglioso, ad esempio, del fatto che mia madre pochi giorni fa abbia insegnato ad un’amica, via skype, a fare il pane (lievito madre eccetera eccetera). È di questo che sto parlando.

Immagine

Stavolta sono curioso, e vi chiedo: quali sono state le vostre esperienze di “apprendimento via rete”? Vi è capitato di imparare a fare qualcosa da qualcuno a chilometri di distanza, che non sa nemmeno della vostra esistenza? Lasciate un commento qua sotto.


Libri volanti e ultimi incontri

Ho ritenuto necessario e doveroso condividere con voi questo piccolo gioiello animato, spero vi faccia passare almeno un buon quarto d’ora. Il 24 vi aspetto per quello che potrebbe essere l’ultimo appuntamento di questa sessione di CARTAVIVA (almeno nella forma in cui si è presentato finora). Vecchi e nuovi, grandi e piccini, siete tutti ancora in tempo per qualche piega a valle.

Ma non temete, non finisce assolutamente qui.