Benvenuti nel mondo della carta piegata

Articoli con tag “metro

MetropoliTANA

Un nuovo Nuovo si aggira per la città. O forse è un vecchio Vecchio talmente antico da sembrare aria fresca.

Qualsiasi sia il caso, ci sono dei bravi e simpatici ragazzi, e ragazze, che hanno deciso di riappropriarsi di uno spazio urbano degradato per fare attività e socializzare il sabato sera. Così, in barba al lerciume predominante e agli effluvi all’aroma di città hanno già iniziato a pulire, sistemare e popolare con libri, musica, patatine e carne alla brace il ponte della vecchia fermata della Metro B Garbatella…

Ma perché vi racconto ciò? Ebbene, il suddetto ponte, comodo passaggio sulla ferrovia che casualmente mi trovo a passare almeno due volte al dì, era già stato scenario di un incredibile intervento urbano (lampo), il Bat-Segnale di Garbatella.

Merito forse della particolare atmosfera urbana che impregna (insieme a qualcos’altro) il luogo, oggi mi sono imbattuto in un’altra piccola Idea.

Sarebbe molto bello se quel piccolo, semplice quadretto potesse ispirare e generare molti suoi simili, e l’intera superficie (dove la vernice sembra aver perso la battaglia per una decorazione critica ma ordinata) venisse ricoperta da pensieri, colori e materiali vari. Tutto rigorosamente incorniciato e appeso a un chiodo.

VI ASPETTO MERCOLEDì ALLA PRESENTAZIONE DI C’ARTE IN MANO!

Messaggio diretto ed essenziale, come piace a noi.


Ci vediamo tutti il 24

Leggete, copiate, incollate, diffondete e venite!


Supereroi di Superagosto

La città sonnecchiava e ribolliva pigra, assorbendo passivamente il calore estivo, quando il 21 Agosto arrivò. In concomitanza con l’anteprima nazionale dell’ultimo film dedicato al Cavaliere Oscuro (l’Uomo Pipistrello per gli amici) il suo simbolo, divenuto ormai icona pop, comparve misteriosamente al centro dell’oblò finale del ponte sulla metropolitana a Garbatella.

Il logo è rimasto per un giorno composto solo da strisce di carta di giornale bagnate, per poi essere rinforzato da una griglia di scotch di carta. A prova di vento, non certo di vandali.


Colle Oppio all’orizzonte

[ATTENZIONE: se siete approdati a questo blog seguendo le tracce lasciate da alcuni pendolari di carta incontrati sui vagoni della Metro B di Roma e volete saperne di più, leggetevi per prima cosa il post precedente]

Questo, invece, è più un promemoria, per evitare che le vostre menti, distratte e rapite dal tran tran quotidiano, possano dimenticarsi e lasciarsi sfuggire due Grandi Eventi ormai alle porte.

Ovviamente sto parlando soprattutto della Mostra che finalmente è giunta: questo Martedì ci sarà l’inaugurazione e voi tutti siete invitati. In compagnia dello stress degli ultimi preparativi vi dico che non vedo l’ora. Giovedì 19, invece, c’è l’ormai consueto appuntamento con il laboratorio di Origamanza varia, CARTAVIVA, come sempre presso il centro sociale Ex 51.

Buona routine, e a presto.


Lettori di giornali

Oggi è successa una cosa stranissima: come spesso mi accade stavo in metropolitana (linea B), diretto verso casa, quando, alzando lo sguardo dal libro, mi accorgo di tre Paper Rangers appollaiati in alto, lì davanti a me, sulla barra per reggersi, intenti a sfogliare un paio di quotidiani! Accanto a essi un adesivo recitava così:

“Take a photo and google ORIGAMANZA VARIA”.

Tornato a casa, scopro che mi è arrivata una mail con qualche foto allegata, in cui si testimoniava una partecipazione cartacea di ben più ampia scala! Ho immaginato fossero già il prodotto di quel fenomeno misterioso, e non ho perso tempo: aggiustate e siglate, le foto sono finite tutte nel mio album flickr.

Osservandole meglio, ho notato anche che i giornali sfogliati dai cartanti non sono quotidiani qualsiasi; c’è il Manifesto del giorno dell’elezione di Ratzinger, La Repubblica dell’11 Settembre, un City sull’influenza suina, un Metro sullo star bene sui mezzi pubblici (autocelebrativo?) e addirittura il Corriere della Sera con l’annuncio dell’armistizio di Badoglio. Ma tutte le diverse testate hanno, in ultima pagina, una pubblicità legata al referendum, con le immagini della campagna per l’acqua pubblica e per il No al nucleare (quest’ultima credo sia la stessa immagine vista su molte magliette degli artisti esibitisi al concerto del Primo Maggio). Insomma, a quanto pare i Paper Rangers hanno scoperto il mondo dei mezzi pubblici romani e sembrano sensibili ai temi del referendum, nonostante l’acqua sia loro nemica e le radiazioni non li interessino più di tanto: avranno pensato che il destino di acqua e nucleare, benchè apparentemente non siano argomenti che li riguardino in prima cartacea persona, dovrebbero interessare tutti a prescindere? Chi lo sa.

Da parte mia, accetto il suggerimento dei miei cari omini, aggiungendo che chiunque abbia scattato foto (che in metro sarebbe vietato, ma non severamente) potrebbe inviarmele all’indirizzo mail che trovate nella pagina “Info Origamanza varia“, gliene sarei pubblicamente grato. Vi invito inoltre a fare un salto alla mostra per cui sono stati scritturati questi piccoli omini colorati, e mi raccomando: il 12 e il 13 Giugno tutti a votare al referendum.